Il settore della biomassa garantisce l'approvvigionamento energetico durante lo stato di allarme

Pellet di biomassa
Il settore della biomassa garantisce la fornitura di energia rinnovabile a imprese e cittadini durante lo stato di allarme di COVID-19

Dalla Spanish Biomass Association (AVEBIOM) e dalla Spanish Association of Wood Pellet Production Companies (Apropellets) Vogliamo comunicare alla società che i professionisti delle bioenergie continueranno a lavorare per garantire la fornitura di energia pulita e rinnovabile a tutti gli utenti.

  • Gli produttori leader di pellet e altri biocarburanti -come chip e ossa- continueranno a rifornirsi dalle loro strutture per garantire la fornitura del mercato su tutto il territorio durante il resto dell'inverno.
  • Distributori di pellet continuerà a fornire i punti vendita che rimangono aperti al pubblico: distributori di benzina e ipermercati alimentari e continuano a effettuare consegne dirette nei punti di consumo. Si consiglia agli utenti di valutare bene le proprie esigenze per ottimizzare la logistica e il trasporto.

Pertanto, i sistemi di riscaldamento e le industrie che usano la biomassa saranno in grado di continuare a funzionare senza problemi durante il parto a causa dell'allarme del coronavirus.

  • Quanto a servizi tecnici di caldaie e stufeContinuano a riscontrare guasti, online o, se necessario, di persona.
  • D'altra parte, centrali elettriche con la biomassa sono ben forniti di biocarburante e continueranno a generare energia senza problemi. Le aziende di utilizzo della biomassa forestale continuano il loro lavoro nella foresta.

Inoltre, molte aziende della catena della biomassa riferiscono già dai loro siti Web o via e-mail che stanno prendendo tutto misure necessarie per proteggere ai suoi lavoratori e ai suoi clienti durante la prestazione di servizi.

 

L'energia è un servizio di base nella nostra società e questo si riflette nel Regio decreto 463/2020 del 14 marzo nel suo articolo 17, in cui si fa esplicito riferimento alla necessità di garantire la fornitura di elettricità e combustibili durante lo stato di allarme.

La distribuzione di merci è considerata necessaria, come indicato nell'articolo 14 della RD e recentemente pubblicato TMA / 229/2020, del 15 marzo, che garantisce ai vettori l'accesso ai servizi necessari per facilitare il trasporto.