Avebiom si unisce alla tendenza europea di certificare la qualità delle società di installazione che promuovono la certificazione 'Certified Biomass Installer'

Installazione della caldaia a biomassa
In Spagna ci sono aziende 30.000 addestrate per eseguire installazioni termiche negli edifici (RITE), di cui 27% opera con apparecchiature a biomassa. Bioloxa, Biomaser, Calor Erbi, Calordom e Gebio sono le prime cinque società in fase di certificazione

L'Associazione spagnola di valorizzazione dell'energia da biomassa (Avebiom) si unisce alla tendenza della maggior parte dei paesi dell'UE a garantire la qualità delle aziende di installazione di biomassa e ha lanciato il primo sigillo di (IBC). È un marchio che supporta la qualità e la specializzazione delle aziende nell'installazione, gestione, manutenzione e riparazione di impianti a biomassa termica.

L'obiettivo è quello di offrire al cliente garanzie di qualità e controllo delle strutture e di poter differenziare sul mercato le aziende che eseguono il loro lavoro professionalmente. Inoltre, comporta l'implementazione di un registro delle aziende certificate, che sarà a disposizione degli utenti, con la possibilità che la soddisfazione del cliente possa essere misurata attraverso un sistema di valutazione diretta.

Secondo le statistiche del Ministero dell'Industria, in Spagna ci sono più di 30.000 aziende addestrate per eseguire installazioni termiche negli edifici (RITE). Secondo le stime di AVEBIOM, un 27% di questi ha operato con apparecchiature a biomassa almeno una volta.

Certificazione

Il sigillo è stato lanciato in collaborazione con l'Istituto di costruzione di Castilla y León, che funge da ente di certificazione su tutto il territorio nazionale.

Per ottenere il sigillo, gli installatori devono soddisfare una serie di requisiti definiti riguardanti la loro organizzazione, il grado di specializzazione, l'esperienza dimostrata, le condizioni di fornitura del servizio, la risposta al cliente, la disponibilità di personale tecnico qualificato e le risorse materiali disponibili.

Tra gli altri requisiti, vi è anche l'impegno a informare il cliente delle condizioni ideali in cui effettuare l'installazione e la manutenzione, nonché a consigliare la scelta della soluzione tecnica più efficiente; e l'obbligo di consegnare una fattura dettagliata in conformità con il budget approvato.

Cinque aziende nel processo di certificazione

Al momento, ci sono già cinque società che hanno avviato le procedure per ottenere il certificato IBC:

Heat Erbi. Energy Services Company (ESE) accreditata dall'IDAE. Ha sede a Ponferrada (León) e opera a Castilla y León, nelle Asturie, in Galizia, Castiglia-La Mancha, Estremadura e Madrid. È un'azienda impegnata nella qualità delle strutture, attraverso la formazione dei suoi team di installatori e la scelta dei migliori fornitori di attrezzature e componenti, e sempre con particolare attenzione alla qualità del biocarburante. Infatti, è una società di distributori di pellet con certificazione ENplus. Attualmente, Erbi copre più di strutture 300, principalmente media e grandi utenti.

Bioloxa. Una società ESE accreditata da IDAE, che svolge la propria attività da 2015 in Andalusia ed Estremadura. Impegnato per la qualità e l'ambiente, aiuta le aziende e le amministrazioni a realizzare la transizione energetica e si impegna a favore di un'economia verde e circolare. Attualmente, copre un ampio sistema di gestione dell'energia per una varietà di installazioni, principalmente di piccole e medie dimensioni, e cerca di promuovere reti di calore in piccoli comuni con risorse forestali vicine o resti agricoli.

Gebio. Una società ESE verticalmente integrata, con la quale ha i propri mezzi per la produzione, la distribuzione, l'ingegneria, l'installazione e la manutenzione delle sue strutture con le quali svolge servizi di vendita di energia. Abilitato nel programma IDAE Biomcasa, attualmente gestisce oltre alle strutture 80 in Spagna e Portogallo, con un proprio servizio di telemanagement e manutenzione.

Calordom. Business group di origine familiare, con oltre 80 anni di esperienza come fornitori di servizi energetici orientati alla manutenzione di locali caldaie, pannelli solari o forniture di gasolio e gas, tra gli altri. 30 lavora da anni sui problemi ambientali ed è un pioniere nell'implementazione delle energie rinnovabili in tutta la Spagna e in particolare nella Comunità Valenciana. Della sua attività è possibile enfatizzare la fornitura di osso di oliva come fonte di energia termica, combustibile che dà calore a più famiglie 20.000 di Madrid, cosa che suppone più del 80% degli utenti finali dell'azienda.

Biomaser. Azienda dedicata alla progettazione, installazione e vendita di sistemi a biomassa e energie rinnovabili, con sede a Benavente (Zamora). Opera principalmente nella Comunità di Castilla y León, dove è distributore del pellet ENplus A1 Ecofogo. Gestisce più di mille attrezzature installate, la maggior parte delle quali domestiche, che richiede un prodotto di qualità e un servizio post-vendita impegnato.