Il riscaldamento del diesel in Austria è vietato.

Morte al gasolio in austria

L'anno 2019 è iniziato bene per gli austriaci, perché da gennaio 1, il riscaldamento diesel nei nuovi edifici in Bassa Austria è vietato e sarà ancora meglio. Vienna continua con questa tendenza alla fine di marzo e fa un passo avanti: anche i sistemi di riscaldamento diesel sono vietati per importanti riforme. A livello nazionale, gli scaldabagni diesel saranno vietati in tutta l'Austria da 2020. Il prossimo passo dovrebbe essere quello di vietare l'installazione di stufe a gas.

Gli austriaci otterranno un doppio risparmio con questa misura. Da un lato, la riduzione delle immense sanzioni per l'obiettivo climatico che l'Austria sta già pagando, che si stima essere 5 di un miliardo di euro nei prossimi anni. E d'altra parte, i costi di importazione di combustibili fossili nei prossimi anni, pari a circa 10 un miliardo di euro all'anno.

E un altro fatto che mobiliterà risorse e installatori locali, sarà il cambio dei sistemi di riscaldamento diesel 600.000 in Austria, che porterà una grande richiesta di lavoro e un'importante spinta economica.

Dal momento che le prime edizioni, Expobiomasa in collaborazione con ADVANTAGE AUSTRIA ha molte aziende provenienti da questo paese che crede fermamente nella biomassa come fonte di energia rinnovabile in grado di fornire risparmio e sostenibilità per i consumatori.

Lukas Pawek. Energie-bau-Magazin. 12.3.2019

fonte: https://oekonews.at/?mdoc_id=1122103